IMG-20161123-WA0017

Da Madrid con la passione per l’Italia

Santiago Cañas Casco è uno studente della folta delegazione spagnola residente a Campus SANPAOLO nell’a.a. 2016-2017.

Ha 25 anni e viene da Madrid, dove si è già laureato in Ingegneria. Si è trasferito a Torino per conseguire la doppia laurea presso il Politecnico. Frequenta il secondo anno del corso magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni.

Santiago, come ti trovi a Torino?

Benissimo! Mi piace la città; mi piace la gente. Mi piacciono molto le persone che vengono dal sud Italia, forse perché ne ho conosciuti di più qui al Campus e al Politecnico. Mi ricordano gli spagnoli. Dell’Italia mi piace la lingua, sembra di cantare. La cucina; la moda. Due cose però non mi piacciono. A Torino fa freddo e come gli automobilisti guidano, che è una pazzia. Vanno troppo veloce e sono indifferenti ai pedoni.

Perché sei venuto al Campus SANPAOLO?

Ho cercato un posto vicino al Politecnico. Ho visto che c’erano anche altri posti disponibili a Torino, ma quando ho chiesto qui al Campus mi hanno risposto subito.

Ti aspettavi un posto con tanti stranieri?

Io volevo una residenza con altri studenti stranieri. Infatti ho trovato strano, all’inizio, trovare così tanti Italiani. Poi ho capito che era per l’importanza del Politecnico.

Cosa ti dà questa dimensione di internazionalità?

Tantissimo. Sono contento perché qui ci sono anche cinesi, turchi, iraniani. Ed altri che ora non ricordo. Ho parlato con ragazzi dell’Iran o dell’India, per esempio. E non avrei mai pensato di ascoltare e di imparare quello che ho imparato. È la possibilità di conoscere dal vivo culture completamente diverse.

Come ti sei trovato con la lingua?

Ho fatto un corso di due settimane, in Spagna, prima di partire. Sono qui da 5 mesi e ho ancora davanti a me un anno e mezzo. Ho imparato subito l’Italiano. E poi, ogni tanto, quando mi manca la parola, metto la «I» a qualche parola spagnola e, se mi va bene, mi faccio capire.

Finiti gli studi tornerai in Spagna?

Non voglio! Voglio fare i prossimi 12 mesi in Italia e i successivi 6 in un altro paese Europeo che non sia la Spagna o l’Italia. Mi piacerebbe la Germania.

Stai pensando a dove avrai maggiori opportunità di lavoro?

Sì, per questo penso ad altri posti.

Cosa ti piace del Campus?

La gente che ci abita, è la cosa più importante. Abbiamo sempre buone relazioni. E poi molte attività sono proposte dai ragazzi che ci stanno. Anche noi spagnoli, appena iniziata la sessione, abbiamo organizzato una cena spagnola nella cucina comune e sono venuti moltissimi residenti. Ogni settimana, poi, noi spagnoli organizziamo una partita di calcio. Andiamo nei campi del centro sportivo Robilant che è qui vicino e che ci fa gli sconti. Abbiamo anche organizzato tantissime partite contro gli studenti italiani…e abbiamo vinto sempre!

Lasciamo stare i derby calcistici. Quali altri aspetti ti piacciono?

Le biciclette messe a disposizione che sono utili e la vicinanza di un supermercato. E poi la gente dello staff. Sono tutti simpatici. In generale hanno grande attenzione. Se ho avuto bisogno di qualcosa mi hanno subito aiutato.

Hai nostalgia della Spagna?

Per il sole sì. Mancano un po’ gli amici, ma il Poli mi piace e qui mi trovo bene. L’Italia, insomma, si fa apprezzare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *