Articoli

SICUREZZA

/
COSA FARE IN CASO DI INCENDIO …Condividiamo anche alcune informazioni sulla SICUREZZA IN CASO DI INCENDIO: Se possibile e senza mettere a rischio la propria o l’altrui salute intervenite sulle fiamme cercando di estinguere l’incendio con un estintore o una coperta; Circoscrivere il più possibile l’incendio, allontanando il materiale infiammabile che potrebbe venire raggiunto dalle fiamme; Richiamate l’attenzione degli incaricati antincendio azionando i pulsanti di allarme posizionati nei corridoi; SE VIENE DATO L’ORDINE DI EVACUAZIONE (ALLARME CON SIRENA CONTINUA): Seguire le istruzioni fornite dagli incaricati antincendio o dai responsabili della struttura; Dopo aver abbandonato la camera, mantenere la calma e raggiungere l’esterno del complesso senza fermarvi, seguendo i percorsi individuati dall’apposita cartellonistica; Raggiungere il punto di raccolta all’esterno dell’edificio. E’ FATTO ASSOLUTO DIVIETO DI: Utilizzare l’ascensore in caso di incendio; Fumare o usare fiamme libere all’interno delle camere; Impiegare fornelli di qualsiasi tipo per il riscaldamento di vivande, stufe ed apparecchi di riscaldamento o di illuminazione in genere a funzionamento elettrico con resistenza in vista o alimentati con combustibili solidi, liquidi o gassosi; Tenere depositi, anche modesti, di sostanze infiammabili nei locali.

PROCEDURE COVID

/
COS’È IL CORONAVIRUS I Coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS). Sono virus RNA a filamento positivo, con aspetto simile a una corona al microscopio elettronico. I Coronavirus sono stati identificati a metà degli anni ’60 e sono noti per infettare l’uomo e alcuni animali (inclusi uccelli e mammiferi). Le cellule bersaglio primarie sono quelle epiteliali del tratto respiratorio e gastrointestinale. Il virus che causa l’attuale epidemia di coronavirus è stato chiamato “Sindrome Respiratoria Acuta Grave-CoronaVirus-2” (SARS-CoV-2). Secondo questo pool di scienziati il nuovo coronavirus è fratello di quello che ha provocato la Sars (SARS-CoVs), da qui il nome scelto di SARS-CoV-2. La malattia provocata dal nuovo Coronavirus ha un nome: “COVID-19” (dove “CO” sta per corona, “VI” per virus, “D” per disease e “19” indica l’anno in cui si è manifestata). I sintomi più comuni di Covid-19 sono febbre, stanchezza e tosse secca. Alcuni pazienti possono presentare indolenzimento e dolori muscolari, congestione nasale, naso che cola, mal di gola o diarrea. Questi sintomi sono generalmente lievi e iniziano gradualmente. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte. Recentemente, l’anosmia/iposmia (perdita /diminuzione dell’olfatto), e in alcuni casi l’ageusia (perdita del gusto) sono state segnalate come sintomi legati all’infezione da Covid-19. I dati provenienti dalla Corea del Sud, dalla Cina e dall’Italia mostrano che in alcuni casi i pazienti con infezione confermata hanno sviluppato anosmia/iposmia in assenza di altri sintomi. Alcune persone si infettano ma non sviluppano alcun sintomo. Generalmente i sintomi sono lievi, soprattutto nei bambini e nei giovani adulti, e a inizio lento.